L’ANIMALE TOTEM NON E’ UN PELUCHE

Questo titolo può sembrare abbastanza banale…ovvio ”l’animale totem merita rispetto” ma a me piacerebbe quantomeno cercare di addentrarmi un po’ più in questo concetto del ‘’rispetto’’ ma maggiormente riguardo alla conoscenza di sé e del proprio animale totem, insieme e non come due cose separate.
Parto subito col dirvi che questo non è un articolo dedicato al toteismo, allo sciamanesimo, sulle sue origini e quant’altro: per questo ci sono i libri.
Volevo invece parlarvi del rapporto sbagliato che molti hanno col proprio totem o che magari non riescono a fare evolvere.
Per molti essere Streghe, avere un animale totem o portare semplicemente addosso un pentacolo è una forma inconscia per richiedere attenzioni dalle persone che hanno meno basi di loro stesse!
Il tutto porta ad avere degli atteggiamenti superficiali nei confronti del Divino e della Spiritualità.
(Per fortuna non tutte le Streghe sono così!!!)

Innanzitutto partiamo dal presupposto che il totem non è un ‘’qualcosa’’ che si sceglie a proprio piacimento.
Se a una persona piace tanto, tantissimo il lupo non è detto che il lupo sia il suo totem.
Il binomio ‘’animale preferito & totem’’ non sempre esiste e per prendere consapevolezza di questo principio c’è bisogno di una massiccia dose di umiltà.
Il fatto di partire in quarta pensando ‘’a me piace il lupo, dunque è questo il mio totem’’ non solo è un atteggiamento irrispettoso, non solo è sbagliato ma soprattutto è un atteggiamento egoista!
Non starò qui ad elencare i metodi per trovare il proprio animale totem, non è questo l’intento di questo articolo. Sappiate solo che è il totem che sceglie noi e non il contrario!
E’ la sua medicina che dovrà insegnarci qualcosa in questa vita. Non è uno spirito che arriva nella nostra vita affinchè possiamo poi solo vantarci con gli amici o per fare spaventare i propri parenti che per, differente cultura, non sono ferrati in questi argomenti e magari non possono capirli.

Nessun animale totem è inferiore a un altro. Ogni medicina di ogni totem ha la sua importanza.
Possono anche esserci i ‘’totem temporanei’’ che possono anche farci un po’ confondere sul nostro totem effettivo, ma la loro medicina, se siamo in grado di capirne i segnali, può insegnarci tantissimo!
Mi viene da ridere quando in occidente quasi tutti hanno quegli animali totem che molti definiscono ‘’animali fighi’’ (lupo, gufo, cervo ecc)…
Per i Sioux  e per molte altre tribù Native Americane uno degli animali con una medicina ancestrale potentissima è la formica!
Eppure io da 3 anni a questa parte non ho mai sentito parlare nessuno della medicina della formica o aver sentito da qualcuno essere il suo animale totem :p e questo purtroppo fa abbastanza riflettere.

L’animale totem non è un semplice animale da tatuarsi, da disegnare e da mostrare a tutti semplicemente, da avere sotto ogni forma materiale come sotto forma di statuetta o di quadretto da appendere alla parete.
Attenzione: con questo non voglio dire che questi atti siano sbagliati e da non fare a priori. Io stessa vorrei trasferire il mio totem sulla mia pelle e l’ho pure disegnato in diverse occasioni ma avere un animale totem è molto più di questo. Dico solo che non è un approccio corretto se è semplicemente fine a se stesso. Può benissimo essere un punto di partenza per prenderci confidenza. Un’ immagine o un pupazzetto della forma del proprio animale totem può aiutarci nelle meditazioni o nelle visualizzazioni ma per entrare ad essere quasi un tutt’uno con il nostro totem, serve ben altro.

Se siamo sicuri di averlo incontrato, il passo successivo è quello di studiarlo e per ‘’studiare’’ non intendo andarsi a leggiucchiare semplicemente le ottomila tabelle di corrispondenze che si trovano in alcuni libri wiccan o in vari siti web
Per tabelle mi riferisco a quelle schede che riportano le corrispondenze ad esempio:

snake

Serpente = trasformazione,
energia Kundalini

owl
Gufo = oscurità, meditazione

cane

Cane = fedeltà, amicizia

Tutte le schede del genere, fidatevi, dicono tutto e non dicono niente!
Possono aiutarvi per memorizzare cosa quel determinato animale totem possa simboleggiare, ma il vostro animale totem rappresenterà molto di più di quattro paroline scritte come un elenco della spesa!

Non finirò mai di dirlo: siete streghe moderne, avete la possibilità di avere tutte le informazioni con un ‘’battito di click’’…andate su YouTube, andatevi a cercare tutti i documentari possibili e immaginabili sul vostro animale anche in inglese o in aramaico se serve.
Create un diario solo per il vostro animale totem e scriveteci su tutte le informazioni che vi piacciono e che soprattutto possono aiutarvi nello studio del vostro animale per capirlo a fondo! (un buon metodo per connettervi col vostro animale totem è dedicargli delle preghiere o delle invocazioni.)

lupo-preghiera
Qui c’è quella del lupo, facendo una ricerca ne troverete molte altre. Si non si legge quasi nulla, meglio: così la create da voi la vostra preghiera. Lo spirito del vostro totem apprezzerà molto di più 🙂

Disegnatelo, appuntante i sogni o i presagi che vi vengono presentati, l’animale totem come tutti gli spiriti comunica con dei simboli che poi sta a noi interpretare.
Cercate più informazioni possibili dal punto di vista anatomico, studiate l’apparato scheletrico del vostro totem e tutti gli altri apparati del suo corpo, studiatene la postura, i loro 5 sensi e fate varie e svariate meditazioni a riguardo. Cercate libri di veterinaria, fate ricerche, salvate sui preferiti le pagine web che più vi interessano e stampatevele. Donate loro delle offerte! Onorateli nei vostri Cerchi. Incontrateli durante le vostre meditazioni, cercateli nei vostri sogni.

lupusdivine
Celebrazione per Ostara e dedicazione a Madre Luperca, direttamente dalla pagina Facebook ”Lupus Divine – Il culto del lupo”

Studiate il vostro animale totem dal punto di vista comportamentale, analizzate i suoi movimenti (potreste cercare anche di imitarli come nel toteismo vero e proprio per connettervici ancora di più), analizzate le sue abitudini, le malattie che possono attaccarlo, le temperature a lui adatte e non, i suoi predatori se è un animale-preda o le sue prede se è un animale-predatore e la sua dieta.
E’ molto probabile che alcuni cibi che fanno male al vostro animale totem, possono far male anche a voi e potreste non averlo mai saputo e dunque è meglio evitarle, almeno per un determinato periodo.
Come dice Ted Andrews, magari potreste seguire una dieta fatta più di verdure che di carne se il vostro totem è erbivoro oppure il contrario se è carnivoro!
Il vostro totem può aiutarvi anche in questo senso: a seguire una dieta fatta apposta per voi secondo i vostri bisogni fisiologici naturali.
Potreste odiare determinati cibi o esserne allergici e scoprire che  quegli stessi cibi sono velenosi per il vostro animale totem o che semplicemente non rientrano nella sua dieta.
Potreste scoprire di preferire delle determinate temperature o determinati climi diversi da quelli del posto in cui siete nati perché sono quelli dell’habitat naturale del vostro totem.
Potreste scoprire di essere particolarmente attratti da una determinata pianta o animale perché è il cibo principale per il sostentamento naturale del vostro totem oppure potreste amare una particolare attività che vi diverte o che vi fa provare emozioni e che nel mondo animale, il vostro animale totem la usa come tattica di difesa!

ursulav
Esempio: il vostro totem è ghiotto di pesce come voi, magari è l’orso.
pinterest
Oppure il vostro organismo potrebbe necessitare del fabbisogno energetico derivante dalla frutta secca, ricca di minerali e sostanze nutritive, potrebbe essere lo scoiattolo.
pinterest1
Se siete amanti della recitazione potrebbe essere l’opossum, capace di rallentare i suoi battiti cardiaci fingendosi praticamente morto.

Cercate di capire voi stessi in primis, cercate di sviscerare il concetto di ‘’animale X’’ e di trasportarlo all’interno di voi. Solo così potrete entrare davvero in simbiosi con il vostro totem.
Tutto vi apparirà più semplice con il tempo ma se prima non andate alla ricerca di voi stessi, se prima non vi accettate per quello che siete con le vostre qualità e con i vostri piccoli difetti, non potrete mai capire la medicina e ciò che il vostro totem vuole farvi comprendere o insegnare in questa vita!
A dire ‘’questo è il mio animale totem’’ siamo capaci tutti e purtroppo il semplice dirlo non vi farà andare molto avanti nel vostro Cammino, qualunque esso sia.
L’animale totem arriva nella vostra vita per aiutarvi. Comprendere il suo aiuto (o diversi aiuti) e i suoi messaggi significa riconoscere la sua medicina ancestrale e saperlo onorare all’interno del proprio spirito ❤
Avere un animale totem non significa soltanto prendere le caratteristiche generali dentro di voi ma capire la sua natura per capire la vostra e per anticipare o riconoscere prima di molti altri diversi problemi della vita come ad esempio evitare alcuni pericoli o persone che  ‘’a pelle’’ non vi convincono e gli esempi possono continuare all’infinito.

alleato
L’animale totem non è solo un amico ancestrale ma un alleato capace di farvi vedere cose che con i nostri occhi fisici possono passare del tutto inosservate o semplicemente a livello superficiale.

Intraprendere un rapporto col proprio animale totem significa inglobare le sue caratteristiche ‘’toutcourt’’ dentro di noi, accettare quei nostri difetti che magari nell’animale totem invece sono tattiche di difesa o di attacco (con questo non voglio dire ‘’fate quello che volete e fregatevene di tutto e di tutti’’, mi sembra ovvio).

Spero che questo articolo vi sia stato d’aiuto.
Qui di seguito vi segnalo due libri da cui prendere spunto per le vostre ricerche, come primo inizio.
‘’SEGNI E PRESAGI DEL MONDO ANIMALE’’ di Ted Andrews
‘’TOTEM PERSONALE’’ di E.Stephan Gallegos

E poi ripeto: studiate, studiate, studiate! =)
Onorate i vostri totem, conosceteli, sappiate riconoscere i loro messaggi e vedrete che il vostro mondo cambierà radicalmente.
– Venus ❤
Fonti foto:
Pinterest
Tumbrl
Lupus Divine-Il culto del lupo (Facebook)
Ursulav
Ondra Uhlíř

E’ SEVERAMENTE VIETATO COPIARE QUESTO ARTICOLO O PARTI DI ESSO SENZA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DELL’AUTRICE.

 

 

 

 

Annunci

RITUALE PER IL COMPLEANNO

Il compleanno non solo è una bellissima opportunità per festeggiare con amici e parenti il giorno della propria nascita scartando montagne di regali e soffiando su una torta piena di candeline accompagnata da sorrisi ed applausi, ma può essere visto come un’occasione per ‘’tirare le somme’’ dell’anno appena trascorso.
Possiamo quindi meditare su cosa abbiamo fatto e cosa abbiamo raccolto durante quest’anno, se siamo diventati più maturi interiormente, se siamo cresciuti spiritualmente, se desideriamo aspirare a qualcos’altro, se vogliamo migliorare in qualcosa e in tutto questo possiamo anche celebrare noi stessi, la nostra persona e il nostro spirito!
Parlando con un mio amico, mi sono ricordata di avere un bellissimo libro di Diane Ahlquist ‘’Moon Spells’’ che suggerisce di poter fare un incantesimo per il proprio compleanno. Io cercherò di tradurvelo e soprattutto di ricrearlo un po’, mettendoci anche del mio. Ovviamente potete riadattarlo e/o cambiarlo a vostra scelta ^_^ sentitevi liberi!
Un’ultima cosa! Se vi sentite affini alla Luna e alle sue fasi, dipendendo da quale fase lunare cada per il giorno del vostro compleanno potreste fare qualcosa di speciale come ad esempio…:

Luna Nera: potreste celebrare, meditando, la parte più nascosta di voi stessi oppure, se siete donne e state mestruando proprio in quei giorni, potreste ricordare e appuntare qualche sensazione o emozione riguardo al vostro primo menarca oppure semplicemente potreste celebrare il vostro Ciclo mestruale insieme al vostro compleanno come una specie di rinnovamento interiore sia a livello fisico che spirituale.

Luna Nuova: potreste meditare su dei nuovi progetti che desiderate intraprendere nella vostra vita, o intraprendere una nuova relazione o celebrare la nuova relazione o progetti già in atto. Potete anche piantare il seme di una pianta che vi piace molto, una pianta che crescerà con voi durante quest’anno a partire dal giorno del vostro compleanno!

Luna Crescente: Potreste meditare sul percorso di crescita e realizzazione a livello spirituale che desiderate intraprendere per questo nuovo anno oppure potreste meditare su un progetto creativo che volete iniziare o continuare!

Luna Piena: In questo caso il vostro compleanno cadrebbe per l’Esbat! Potreste fare delle attività magiche che lavorino sulla realizzazione dei vostri sogni e desideri, potete fare un rituale di auto-consacrazione a una Divinità (fatelo solo se vi sentite sicuri al 100% anche per rispetto della Divinità stessa!)

Luna Calante: Potreste celebrare il vostro compleanno bandendo le vostre cattive abitudini, oppure purificando il vostro corpo e il vostro spirito con un bel bagno di purificazione e delle fumigazioni, oppure potreste fare qualcosa per sbloccare i vostri blocchi emotivi!

Bene, detto questo, possiamo procedere al rituale vero e proprio 🙂
COSA SERVE:

– un calderone o un pentolino da tea ricoperto di carta stagnola
– 3 foglietti di carta
– penna o matita

Aprite il Cerchio, chiamate gli Elementi e gli Dei come al solito e poi procedete col vostro rituale per il vostro compleanno!
Scrivete sui foglietti 3 speranze/sogni/desideri che volete si realizzino. La vibrazione energetica del numero 3 porta abbondanza e moltiplicazione nella vita.
Prendete in mano i foglietti, uno a uno e leggeteli. Appena avete finito di pronunciare la parola o la frase che avete scritto, bruciatelo nel calderone e così fate fino a quando i bigliettini non sono finiti focalizzandovi sui vostri intenti!

Poi dite
‘’Io mando i miei 3 desideri all’Universo.
Che essi possano disperdersi per poi tornare indietro.
Io oggi celebro me stesso/a.
Oggi io mi rinnovo.
Oggi seguo un nuovo Cammino divino.
Piaccia, così sia.’’

L’autrice suggerisce anche di prendere 3 candele e posizionarle a formare un triangolo. La rossa andrà nella punta di sinistra, la bianca al centro (nel punto del vertice) e la gialla nella punta di destra insieme a dell’acqua, del succo di frutta o un’altra bevanda che vi piace, un po’ di cibo (anche un pezzo della torta del vostro compleanno o dei biscotti che vi piacciono) e infine una pietra o mattone.

A questo punto dite:
‘’Non soffrirò mai la fame’’ –  mangiate un po’ del cibo che avete deciso di portare nel Cerchio.
‘’Non soffrirò mai la sete’’ – bevete un po’ dell’acqua o della bevanda
‘’Non sarò mai senza una casa’’ – colpite per tre volte il vostro mattone o pietra che avete scelto.
Accedente la candela rossa e dite ‘’Che io possa sempre essere benedetto/a con la salute psichica’’.
Accendete la candela gialla e dite ‘’Che io possa sempre essere benedetto/a con la salute emotiva’’.
Accendete la candela bianca e dite ‘’Che io possa sempre essere benedetto/a con la salute spirituale’’.
Dite infine ‘’Piaccia, così sia!’’
Poi prendete la bevanda o il suo di frutta che aveva deciso di portare nel Cerchio e bevetela come se stesse brindando!

CONSIGLI: A questo punto il rituale è terminato! Conservate tutti gli strumenti. Le ceneri dei bigliettini o le conservate se siete abituati così oppure datele alla Terra. Per la pietra potete scegliere una pietra che corrisponde al vostro segno zodiacale o una pietra con la quale sentite una forte affinità.
Potete fare questo rituale non solo per il compleanno che rappresenta la vostra nascita ma anche per il vostro ‘’compleanno da Strega’’ ^_^ Ribadisco il concetto che potete benissimo adattarlo alle vostre necessità. Ad esempio, personalmente la seconda parte a me non piace. Se lo facessi mi fermerei soltanto alla prima. Voi potete farle entrambe, scegliere quella che vi piace di più oppure, potete cambiarle prendendo spunto e…BUON COMPLEANNO ^_^
– Venus ❤

auguri

Fonti:
‘’Moon Spells’’ Diane Ahlquist
‘’Se fossi una Strega’’
Fonte foto: sprousefreaks.freeforum.net

E’ SEVERAMENTE VIETATO COPIARE L’ARTICOLO SENZA CITARE IL BLOG ‘’SE FOSSI UNA STREGA’’

 

Recensione – ”Tarocchi per Negati” di Amber Jayanti

Comincio col raccontare, prima di fare la mia personale recensione vera e propria, come io abbia scoperto questo libro impregnato di magia.
Allora, una volta ero andata alla Mondadori, senza comprare niente. E trovatami al reparto ‘’New Age – Esoterismo’’ ho visto, solamente visto, un libro giallo e nero (sembrava un’ape xD) sul ripiano più alto di tutti. Vidi anche che aveva un angolino un po’ strappato e pensai subito ‘’chissà da quanto tempo stia lì e nessuno ancora l’ha comprato…!?”
Il suo colore e il suo titolo mi rimasero impressi ma non potendo acquistare nulla quel giorno me ne dimenticai (apparentemente).
A distanza di qualche mese ho ottenuto, portando a un incontro particolare 2 libri per bambini da regalare a un’associazione, due buoni del 15% da spendere alla Mondadori.
Appena ho potuto allora mi ci sono precipitata e presi 4 libri che erano “Sicilia Esoterica”, “Gli Indiani d’America”, “La Luna” di Stefano Mayorca e…notando che era ancora lì a prendere polvere dopo tutti quei mesi che erano passati dall’ultima volta che lo vidi, “Tarocchi per negati“.
La copertina con questo omino tipo NERD disegnato e la grafica, per i miei gusti è veramente pessima!!! Il titolo poi non ne parliamo. Ma non è colpa del libro…è questa collana che pubblica libri di questo genere partendo dalle basi e ce ne sono di tantissimi tipi (Yoga per negati, Tarocchi per negati, Meditazione per negati, Cucito per negati, Vincere l’ansia per negati e potrei continuare!)
Il libro insomma mi “chiamò” più volte. Sia per il titolo, sia per il tema sia per l’accostamento di colori ma era come se in quello scaffale vibrasse di vita propria. Tuttavia ero comunque scettica perché davvero…questo titolo non lo sopporto xD
E però mi sono dovuta ricredere!
Il libro si suddivide in 5 parti principali.
Prima di partire con la prima parte vera e propria l’autrice parla e spiega dell’organizzazione di questo libro e di come poterlo consultare, e questa è stata una cosa che mi ha colpito particolarmente!
Nella prima parte si parla dell’origine delle carte dei Tarocchi, dei vari giochi del tempo, dei simboli e della forza dei simboli e degli archetipi universali, i Tarocchi nel corso della storia ecc
La seconda parte invece parla proprio delle carte, una per una e le divide in tre categorie: Arcani Maggiori, Arcani Minori e Carte di Corte.
Ogni carta ha la sua spiegazione e non troverete, come per esempio nel libro “Tarocchi con Illustrazioni” i significati schematizzati e i significati opposti. NO. Non troverete niente di tutto questo. Per questo, l’autrice afferma che dobbiate arrivarci da soli (ecco perchè nonostante il titolo mi piace tantissimo) Bensì avrete 78 pagine piene di domande riferite ad ogni carta. Le domande di solito sono una quindicina-ventina per ogni singola carta.
I tarocchi che la Jayanti prende in considerazione per questo studio sono i “Rider Waite” e sono stampati in bianco e nero. Questa scelta dell’autrice non è casuale: lei insegna, e più volte pone l’accento su questo tema, a sforzarci noi in prima persona nell’interpretare i simboli dei Tarocchi anche se nei libri più famosi vengono dati altri concetti, diversi dai nostri, come per scontati. Le carte in questo libro sono in bianco e nero affinchè noi stessi possiamo colorarle per capire i simboli e per creare un senso di affinità e di conoscenza tra noi e la carta.
Naturalmente questa è la parte più lunga perché per ogni gruppo di carte, l’autrice prima di iniziare fa sempre una spiegazione sulle loro caratteristiche come gruppo.
Poi si arriva alla terza parte dove la Jayanti ci presenta vari metodi per trovare la nostra carta dell’anima, della personalità, dell’anno, del giorno, delle occasioni speciali e tanto altro quindi per questa parte armatevi di foglio e di matita 😉
Sempre in questa parte ci insegna come maneggiare i tarocchi, come (sempre se si vuole) consacrarli, come fare le domande, come ottenere le risposte e come prepararci a questo rito della lettura.
Sempre nella terza parte l’autrice del libro ci propina delle tabelle di corrispondenze tra tarocchi e note musicali ed erbe particolari e ovviamente vari Giri di Letture veramente utili.
Nella quarta parte si parla dell’Albero della Vita Cabalistico e dell’associazione tra Tarocchi e segni dello Zodiaco.
Nella quinta e ultima parte invece l’autrice affronta il tema delle “carte più paurose” e spiega perché ci provocano paura e come possiamo, a livello interiore, superarla quando vediamo una carta come il Diavolo o la Morte.
Amber Jayanti utilizza un linguaggio estremamente facile e lineare. Per tutta la lettura mi è sembrata una maestra con una classe di alunni che piano piano, con molta pazienza, cerca di insegnare ciò che sa.
Il libro presenta anche dei  punti rappresentati simboli tipici di questa collana “per Negati” e tra questi ci sono anche i punti “Vita Vissuta” dove l’autrice ci spiega brevemente sue personali esperienze. Da queste ci insegna e ci consiglia cosa sia meglio fare o evitare del tutto per il bene della persona che ci chiede una lettura di Tarocchi e per il bene della nostra stessa persona!
Non ho trovato davvero nessun difetto. E’ un libro veramente ben fatto e ne sono rimasta davvero felice perché mi abbia “chiamato”.
A dire il vero non mi è piaciuta molto la parte dove parla della lettura dei Tarocchi come professione e come poter fare per guadagnare attraverso questa Arte. Ma non essendo una cartomante, non mi pronuncio più di tanto.
Ad ogni modo, se avete la possibilità compratelo anche voi e non lasciatevi fuorviare dal titolo orribile xD perché costa anche poco ed è veramente carino, ricco di spunti e di lezioni importanti sia sui Tarocchi sia sulla Vita stessa.
Purtroppo il titolo è veramente pessimo e non rende giustizia a questo libro. Sono sicura che se si fosse chiamato tipo “I Tarocchi – Il viaggio della vita” o qualcosa di simile avrebbe avuto molto più successo U.U
Ad ogni modo a me ha aiutato tantissimo 🙂
– Venus ❤

tarocchi-per-negati_27420

PS: Molte persone mi hanno chiesto come ho fatto a superare questo mio ‘’blocco’’ circa lo studio dei Tarocchi. Vorrei sottolineare che io finora ho solamente studiato e non ho praticamente mai fatto letture, soprattutto per altre persone. Comunque siccome penso che nella vita i libri servano sempre ma al momento giusto, comprai proprio ‘’Tarocchi per negati’’ ma non lo lessi. Quello stesso anno, nell’autunno nel 2014 trovai su YouTube un video di un incontro di una persona veramente simpatica e secondo me molto competente in materia, Alessandra Barbieri e potete vedere il suo video qui la qualità video non è ottima ma si capisce tutto benissimo. Questo video mi ha aperto molte porte, mi ha fatto capire cose di cui prima avevo timore e mi ha fatto conoscere cose che invece non conoscevo completamente.
Poi l’estate scorsa nel 2015 uscirono i Tarocchi in edicola e quel fatto lo presi come una specie di segno. Mi feci regalare la prima uscita che costava solo 1,99€ da mio papà e così ho iniziato lo studio attarverso questo libro di cui vi sto parlando qui. Successivamente attesi le due uscite dei Tarocchi di Marsiglia. Lì capii, nonostante io li abbia desiderati tantissimo quei tarocchi, che non facevano per me. Le figure antropomorfe, le figure umane non mi fanno arrivare ai significati a livello immediato, diversamente con le carte dove invece sono raffigurati animali. Così iniziai a fare gli screen sul mio cellulare di TUTTE le carte del mazzo ormai famosissimo a livello mondiale “The Wild Uknown“. Non sono mai stata brava a disegnare ma in quel momento ho deciso di fregarmene della forma e dell’estetica e ho iniziato a copiare le carte su un quadernetto e a lato a scrivere le caratteristiche di quella determinata carta aiutandomi con “Tarocchi per Negati” e “Tarocchi con Illustrazioni” per scrivere i significati e quelli che si chiamano “significati opposti” ossia quando la carta pescata esce al rovescio. Tutto questo lavoro, durato un anno praticamente, mi ha permesso di entrare nell’anima di ogni carta e di capire anche me stessa in questo viaggio. Capisco che il numero delle carte…78, possa spaventare ma se ci credete, quando ve la sentite, abbattete anche voi, o almeno cercate di farlo, di abbattere i vostri blocchi e di cominciare quantomeno lo studio a livello teorico ricordando però che le immagini che vi arrivano guardando le carte (anche solo mentre le “coccolate” semplicemente sfogliandovele, tenendole tra le mani ecc) devono venire in maniera naturale staccandovi un po’ dalla teoria appresa da tutti i libri possibili e immaginabili e “Tarocchi per Negati” affronta proprio questo tema più e più volte!
Ad ogni modo, sappiate e prendete coscienza del fatto che ogni cosa arriverà al momento giusto. Non vi mettete fretta e non cercate di superare dei limiti che voi stessi vi siete, inconsciamente, dati. Ogni cosa a suo tempo 🙂

Si prega di non copiare questo articolo senza citare la fonte ”Se fossi una Strega” 

INCANTESIMO DI BANDO

Facendo qualche ricerca sul web mi sono accorta di aver trovato (per semplice curiosità e ricerca di informazioni) veramente pochi se non pochissimi incantesimi riguardo questo tema. La maggior parte dei siti ripetono questa frase ‘’incantesimo di bando? Fatti una bella risata e passa tutto’’
Oppure si parla di recitare qualche invocazione o richiesta orale scritta da persone che nemmeno conosciamo e che magari potremmo sentire estranee a noi, alla nostra persona e a quello che stiamo provando/vivendo in questo momento.
Così ho preso in mano tutti i libri della mia libreria stregata e…non ne ho trovato nemmeno uno.
All’ultimo tentativo ho iniziato a rileggere gli incantesimi del libro ‘’Moon Spells’’ di cui parlo qui e l’ho trovato. Cercherò di semplificarlo un po’ a livello di passaggi e di spiegazione perché se avete letto la mia recensione il libro è in inglese. Cercherò comunque di attenermi il più possibile alle parole dell’autrice!
Inizio comunque col dire che la risata come si dice negli altri siti, è una delle forme più potenti di Magia anche se magari non ce ne rendiamo conto 😉
Le parole lo stesso, ma a volte per situazioni particolari e delicate che stiamo vivendo tutto questo non basta e dentro di noi comincia a nascere un desiderio di fare ‘’qualcosa di più’’ sia utilizzando la semplice (ma mai banale o debole) visualizzazione, sia usando proprio dei materiali, delle cose fisiche che vengono in nostro aiuto.
Io, come del resto Diane Ahlquist la scrittrice del libro, ho paura che voi possiate storcere un po’ il naso leggendo questo articolo xD quindi vi riporto le sue parole sintetizzate e per l’incantesimo vero e proprio lo cambierò un po’ anche perché le parole che lei scrive in inglese trasporatate in italiano perdono il senso:
Diane Ahlquist inizia col dire che questo non è un incantesimo per tutti e anche se è veramente semplice non è da prendere sottogamba (come del resto tutti gli incantesimi secondo il mio modesto parere U.U) che se non ve la sentite, lei continua dicendo di non farlo!
La scrittrice sottolinea l’importanza dell’irreversibilità di questo incantesimo e della sua incredibile forza e potenza. Dopodiché spiega che è bene prendere prima tutte le accortezze a livello di leggi/tribunali/aiuti sociali/forze dell’ordine e l’aiuto di tutti queste enti. Se proprio il loro aiuto non funziona….allora e solo allora  potete fare questo incantesimo (come ultima spiaggia insomma)
Quindi da queste poche parole che ho riportato già si evince l’importanza e l’impatto così forte che possiede questo incantesimo, che non si deve prendere alla leggera e che si deve essere sicuri al 100% di farlo se proprio non abbiamo nessun aiuto da forze ‘’fisiche’’ (polizia/giudici/avvocati ecc) prima di farlo.
Detto questo, analizzatevi bene e capite se è davvero il caso di farlo. Altrimenti, se capite che non fa per voi, che non è il caso di farlo perché prima potete rivolgervi a delle persone che possono aiutarvi, che non ve la sentite ecc….chiudete questa pagina web e amen. E’ a vostra discrezione la cosa, io ve ne sto semplicemente parlando per capire come funziona e come viene messo in atto un incantesimo del genere. Detto questo spero che il messaggio delle mie parole (e quelle della stessa scrittrice) sia arrivato e ve lo spiego:

Avrete bisogno di:
– un’effigie o una bambolina (sotto troverete un’immagine presa dal web di un esempio che però è similissima a quella illustrata sul libro. La potete fare di granturco  o di stoffa)
– una corda o un filo, qualcosa con cui potete ‘’chiudere’’ la bambolina
– sale
– candela nera

Sulla bambolina scrivete il nome della persona che volete allontanare. Ecco l’esempio di bambolina

corn-husk-dolls-8_vert
Quando le persone sentono parlare di ‘’bamboline’’ già associano la parola alla pratica vudù. Si è vero che nel vudù vengono ampiamente utilizzati questi oggetti ma questo NON è un incantesimo vudù e NON è un incantesimo di Magia Nera volto a fare male qualcuno!!!

La scrittrice a questo punto parla di come ci si deve preparare all’incantesimo (stare in un posto tranquillo, spegnere il cellulare, creare il Cerchio ecc). Per questo incantesimo la Fase Lunare migliore è quella calante o quella della luna Nuova e la scrittrice consiglia o il sabato o la domenica come giorno preferibile della settimana per fare questo incantesimo. Consiglia poi anche alcune pietre (come il quarzo ialino o l’ossidiana) da portare dentro al Cerchio se siete abituati a usare pietre e cristalli nei vostri incantesimi e consiglia come incenso uno alla lavanda.

  • Create il Cerchio, chiamate gli Dei e gli Elementi come siete soliti fare
  • Accendete la candela nera
  • Prendete la vostra bambolina, passate un po’ di sale su di essa e portatevela al petto. Stringetela forte e immaginate di proiettare al suo interno tutto il dolore, ansie, angosce ecc che la persona che rappresenta vi ha fatto provare. Prendete il filo e attorcigliatelo su tutto il corpo: chiudete le braccia, le gambe e fate passare il filo anche sulla testa e ‘’chiudete’’ anche quella.
  • Dite qualche parola ad esempio ‘’Io ti bando (nome della persona) dal far male me, te stesso/a e gli altri’’. Dite questa frase 3 volte (o una frase vostra ma che abbia lo stesso senso) mentre attorcigliate il filo alla bambolina.

A questo punto il rituale può ritenersi  concluso. Congedate gli Dei e gli Elementi e ringraziateli per la protezione che vi hanno ancora una volta donato. Adesso:
– la candela nera deve bruciare fino alla fine e deve spegnersi da sola. I resti potete sotterrarli.
– la bambolina può essere o bruciata mentre siete ancora nel Cerchio aperto oppure a rituale totalmente finito (la chiusura del Cerchio) la sotterrate con i resti della candela nera. In realtà dovrebbe essere sotterrata nel luogo in cui abita la persona protagonista di questo incantesimo, ma se non si ha la possibilità (ricordate che non possiamo fare come ci pare e piace: potremmo anche rischiare di prenderci una denuncia per violazione di proprietà privata!) meglio fare questa operazione nel nostro giardino o in un posto tranquillo senza troppi occhi curiosi. 

ATTENZIONE: Questo (come ho già detto) è un articolo scritto a fine informativo perché personalmente sul web ho trovato veramente poco e ho pensato di dare un piccolo contributo. Questo NON significa che dobbiate per forza fare questo incantesimo: spero che abbiate capito il potere che questo riserva e che non va fatto a cuor leggero. Potete prendere questo articolo come semplice fonte di informazione e cultura stregonesca. Spero che abbiate capito che se prima non vi siete rivolti a forze dell’ordine/avvocati/giudici/alla legge ecc per essere aiutati è bene NON fare questo incantesimo. Spero che abbiate capito che NON si tratta di vudù (molti sono spaventati da questa tradizione e possiamo solo rispettarli ma è bene anche chiarire) e che NON stiamo facendo male a nessuno, siamo soltanto fermando le future azioni negative della persona in questione.
Spero che questo articolo vi possa fare capire quanto sia importante prendere una decisione del genere nel fare questo incantesimo e spero che vi possa aver aiutato se vi siete mai chiesti come potrebbe essere svolto un incantesimo di questo tipo. E spero pure che le parole che ho scritto in grassetto si vedano bene ahahah xD
– Venus ❤

Si prega di non condividere questo articolo senza citare la fonte ”Se fossi una Strega” 

Lavoro di meditazione

Ciao a tutti! Sono tornata sul mio blog 🙂 Questa volta volevo parlarvi di un’idea che mi è venuta in mente e di cui volevo parlarvi. Essendo neofita ho tante, tantissime cose da imparare e tanta voglia di mettermi in gioco, di provare, di sperimentare e perchè no, di creare qualcosa o meglio, di rielaborarla.
Fin dal mio inizio, le mie dolci Sorelle mi hanno insegnato a rielaborare gli incantesimi, le invocazioni, le preghiere…
Rielaborare significa ”fare nostro” qualcosa che prima, allo stato originale, non andava bene per noi, per la nostra pratica, per il nostro personale Sentire. Probabilmente è qualcosa di facile, ma vi assicuro che per me staccarmi dalle cose letterali che leggevo/imparavo/scrivevo sul mio BOS è stato invece abbastanza difficile. Poi invece ho capito l’importanza della rielaborazione.
Per chi ha letto il bellissimo e meraviglioso libro di Phyllis Curott intitolato ”L’arte della Magia” saprà che in quelle pagine sono state inserite tante schede e tanti consigli per la meditazione. O meglio, varie meditazioni. E chi l’ha letto sicuramente ricorderà le importanti e taglienti parole dell’autrice: ”Fate questi esercizi, altrimenti leggere questo libro non vi servirà a nulla”.
Per un neofita che magari studia, lavora, è mamma o papà, va all’università, ha molti impegni ecc leggere questa frase può essere fastidioso soprattutto se la costanza non è il suo forte.
Io stessa mi sono quasi sentita ”attaccata” da queste parole; non è stata una bella sensazione soprattutto perchè anche io, come molte altre streghette, purtroppo per la meditazione non è mai stata constante.
Tuttavia ho cercato di sorpassare questa mia leggera sensazione di offesa e ho attaccato alle pagine del libro che mi sembravano più interessanti dei pezzi di scotch colorato.
Inoltre alla fine del libro, dove ci sono quelle pagine che rimangono bianche, ho scritto il numero di quelle pagine con lo scotch colorato per ritrovarle subito!
Con i vari temi che ho accumulato ho notato che si è venuto a creare un vero e proprio piccolo indice personale pieno di spunti per creare un lavoro di meditazione!  E così mi sono messa al lavoro 🙂
Ho creato, sulla base degli esercizi del libro, questa serie di meditazioni. Io sono arrivata alla fine del primo gruppo e devo dire che a livello di pratica stregonesca in pochi giorni, ho visto o meglio, percepito dei risultati non indifferenti. Insomma, potremmo iniziarla insieme se vi va 🙂 Ognuno avrà i suoi tempi e non ci devono essere pressioni da parte di nessuno, soprattutto di noi stessi.
Se volete, la potete vedere come una di queste challenge che già da tempo stanno spopolando su internet.
Fate come desiderate. Sentitevi liberi di cambiarla, di ricrearla, di aggiungere, togliere o cambiare qualcosa…sentitevi liberi.
Le cose importanti e fondamentali per questo lavoro tuttavia sono la costanza: fate una meditazione al giorno decisa da voi scegliendo uno dei gruppi in un’ora della giornata che meglio preferite e annotate, subito dopo, la vostra esperienza sul vostro Diario Specchio o se l’avete, un diario apposito per questi esercizi di meditazione. In questa maniera noterete pochi ma profondi cambiamenti anche nel vostro metodo di centramento che è alla base per eseguire una buona meditazione! E’ importante soffermarvi su un gruppo per volta. Personalmente, come ho detto prima, non riesco ad essere costante nella meditazione quindi correre per finire tutto un gruppo in pochi giorni per me, per come sono fatta io, sarebbe solamente controproducente. Quindi quando me la sentirò farò una di queste meditazioni, col mio tempo.
L’altra cosa fondamentale sono le pause. Io farò una settimana di pausa tra un gruppo e l’altro. Ma io sono io. Voi siete voi. Siamo tutte persone diverse, con ritmi diversi, con resistenze diverse.
Ascoltate il vostro corpo, ascoltate voi stessi, i vostri bisogni. Ovviamente se invece siete abituati a meditare ogni giorno e se vi sentite pronti a passare da un gruppo all’altro a distanza di poco tempo…fate come vi sentite! Io preferisco fare depositare i concetti per bene (anche tra una meditazione e l’altra oltre che tra i gruppi), per questo le mie pause saranno di una settimana.  Tuttavia mi sento in dovere morale di dirvi di non andate mai oltre i vostri limiti. Anche una meditazione di soli 5 minuti al giorno fa tanto. Se non siete abituati a meditare o non siete abituati a meditare ”a tema” e per voi è troppo difficile, non andate oltre i 10 minuti. Andateci piano senza sforzi e senza strafare! Ognuno ha i propri ritmi, come dice Phyllis l’importante non è quando o come fare queste meditazioni ma farle!!!
Io personalmente sto eseguendo questo lavoro di meditazione col mio cristallo di quarzo ialino, il mio Deva, il mio maestro. Se anche voi avete una guida astrale chiedete il suo aiuto e poi ringraziate per ciò che vi ha donato come conoscenza e come esperienza! Ma non dimenticate mai di ringraziarla con qualche offerta o accendendo una candela votiva dedicata a lei, magari realizzata da voi stessi.
Vi allego il mio schema. Questo non significa che per voi deve essere così e basta. Potete modificarlo, potete cambiarlo, potete stamparlo così com’è, potete stamparlo e quando vi sentite pronti eseguirlo, potete prendere spunto da questo e creare un vostro personale altro schema di meditazione seguendo la vostra tradizione…come volete. 
Questo è lo schema base che mi è uscito fuori mettendo insieme le varie pagine del libro che vi consiglio caldamente di leggere! Spero che questa idea vi sia piaciuta e soprattutto che possa tornarvi utile a livello pratico, meditativo e spirituale 🙂 ❤
– Venus

NB: E’ severamente vietato copiare e incollare questo articolo/foto altrove! meditazioniSeFossiUnaStrega

MOON SPELLS di Diane Ahlquist – (Recensione italiano)

Oggi vi voglio parlare di un libro che ho adorato *____* e che sicuramente avrete visto (soprattutto se siete frequentatori di siti tipo Tumblr) in tutte le salse infatti per questo ho pensato di fare un collage di foto proprio per evidenziare, almeno all’estero, la sua fama!
moonspells
E’ stato scritto più di dieci anni fa e infatti ci sono argomenti trattati in un modo un po’… particolare, ma è veramente carino. L’ho considerato un mix tra ”Wicca”, ”L’arte della Strega” e ”L’Arte della Magia”.
La scrittrice non è wiccan, ma scrive proprio all’inizio che in questo libro si trovano comunque molti riferimenti neopagani! E non parla mai di religione, ma solo del Dio che può essere cristiano, pagano, buddhista…per lei poco importa la religione, è più importante la Fede e questo è un aspetto che mi è piaciuto tantissimo!
Mi aspettavo, dal titolo, che parlasse solamente dei rituali lunari e invece no! E’ proprio una guida per approcciarsi al mondo dei rituali e della magia in generale; per questo prima ho detto per me è un mix di quei tre libri che ho citato sopra!
A volte l’autrice ci parla di sue esperienze personali e/o di esperienze di suoi conoscenti che le hanno chiesto più volte aiuto e che più volte l’hanno dovuta ringraziare per i suoi consigli anche se all’inizio non l’hanno creduta.
Questo si compone di 4 parti principali per un totale di 245 pagine (un bel mattoncino).
Nella parte 1 si parla de ”La preparazione per il tuo incantesimo”. L’autrice ci viene incontro aiutandoci a capire quando farlo, perchè farlo, in che modo e quali strumenti utilizzare, parla anche dei problemi (poco spazio in casa, mancanza di un giardino per ritualizzare all’aperto, familiari nella stessa casa ecc). Questa è la parte dove vengono anche differenziate le cinque fasi principali della Luna: nuova, crescente, piena, calante e nera.
Nella parte 2, come per gli altri tre libri, si parla degli strumenti: delle candele con la tabella dei colori e dei significati, dell’incenso e le possibili fragranze per i vari scopi. C’è un piccolissimo elenco di cristalli con cui lavorare, come prepararsi a un rituale e cosa fare o non fare nelle ore precedenti, la personificazione dell’altare ecc In questa parte si trova anche un capitolo dedicato alla magia delle Quattro Direzioni.
Nella parte 3, che è quella più lunga, troviamo tutti gli incantesimi che vengono descritti passo per passo! Sono incantesimi per la: salute, l’amore, il lavoro, per le donne, per gli uomini, per la spiritualità e tanti altri ”random” ma comunque molto potenti come quello per la prosperità o per bandire qualcuno. Tra questi ultimi quello che mi ha fatto più simpatia è quello per il compleanno ^_^ Ogni incantesimo ha i suoi strumenti, le sue candele, la sua forma per la tracciatura del cerchio, la sua musica, il suo incenso, i suoi cristalli, una particolare invocazione, la fase lunare in cui è meglio farlo, il giorno della settimana più propizio e la sua precisa spiegazione ”step by step”.
Nella parte 4, l’ultima, invece si trova l’oroscopo cinese con la tabella dei segni che va dall’anno 1900 al 2006 e qui l’autrice inserisce una breve descrizione per ogni animale dell’oroscopo.
Poi c’è una breve parte che riguarda la Numerologia e il metodo per trovare il numero della propria vita e quello del nome! Mi sono divertita molto trovando quello mio e quello di mio padre proprio insieme a lui 😀 E poi alla fine c’è un piccolo oroscopo, quello che si usa nei paesi occidentali!
Ci sono alcune cose che non avevo mai sentito, come il Cerchio Sacro che si può fare (dipende dallo scopo) anche come un triangolo o come un quadrato e altre cose di questo genere!
Hanno il loro senso ma mi hanno anche fatta sorridere proprio perchè non le avevo mai sentite!
In ogni caso è un libro molto utile che mi è piaciuto molto: la scrittrice utilizza un linguaggio semplicissimo, elementare e per questo anche se il libro è in inglese, si capisce tutto!!!!
Ho utilizzato il Google Translater solo per tre termini contati xDD e inoltre l’autrice sottolinea più volte il fatto che nessun lettore si deve sentire in obbligo di seguire ciò che ha scritto lei per filo e per segno e che anzi ogni praticante debba trovare la sua strada che può essere diversa da quella degli altri e che dunque debba utilizzare questo suo libro solo come una guida da cui prendere spunto. Pone anche un accento importante dicendo che per fare un rituale e che questo abbia successo, dobbiamo sentirci rilassati, senza preoccupazioni e che se lei scrive X ma noi ci sentiamo meglio con Y allora è giusto che facciamo come il nostro personale intuito e istinto ci consiglia perchè è la nostra mente il nostro strumento più importante!
Davvero un libro grazioso, simpatico ma allo stesso tempo utile e dolce ^_^
Ero curiosa e ho fatto bene a seguire la mia curiosità di leggerlo! Se avete la possibilità di farvi un viaggio e di fare una fermata in uno di questi negozi New Age o anche in una semplice libreria se lo trovate prendetevelo oppure se qualche persona che conoscete sta andando all’estero chiedetegli questo libro come souvenir perchè secondo me è veramente un bijou che merita un posto sulla nostra libreria stregata *-* ❤
– Venus

N.B: Sono pochi i libri che ho inserito qui sul blog. Questo l’ho inserito per varie ragioni.
– In italiano non mi pare aver visto una recensione su questo libro. Ma se mi sbaglio, ok.
– E’ per neofiti, e qui inserisco più quelli per neofiti.
– Me l’ha regalato mia madre quindi per me ha un valore affettivo ❤
– Ci sono persone che si divertono a copiare pare pare le recensioni di altri (le mie sono state scopiazzate più volte infatti) di libri che NON leggono. Assurdo, scorretto ma purtroppo vero. Per questo motivo ho inserito questa mia recensione personale sul mio blog! Mi auguro di non trovare scopiazzata anche questa.

DOVE TROVO LIBRI SULLA WICCA?

Ciao a tutte streghine ❤ come va? Anche a voi sarà capitato di avere posta questa domanda, vero?
Oppure siamo state proprio noi ad averla posta a qualcuno di più esperto all’inizio del nostro Percorso.
Noi siamo le cosiddette ”streghe moderne”: ormai abbiamo il mondo, l’informazione a portata di click 😉 ma ci sono streghe e streghe e soprattutto ci sono diversi atteggiamenti riguardo il mondo della lettura esoterica e spirituale e il desiderio interiore di intraprendere questi Sentieri.
Analizziamoli insieme ^_^
(N.B: Ci sono streghe che non vogliono parlare della loro vera natura ai propri familiari e questo le blocca sull’acquisto di materiale esoterico o anche di semplici libri che possono aiutarle nel loro Percorso. Purtroppo questo è un discorso a parte che almeno per questo articolo non mi sento di prendere in ballo! Spero solo che, se davvero avete sentito la Voce degli Dèì dentro e fuori di voi, riuscirete ad esternare i vostri sentimenti alla vostra famiglia – anche se ci sono casi e casi! – Ve lo auguro con tutto il cuore)

''Volere è Potere'' ricordatevelo sempre :)
”Volere è Potere” ricordatevelo sempre 🙂

IL LIBRO CHE CERCO NON SO DOVE TROVARLO:
Se è un libro che proviene da una casa editrice che ancora non ha chiuso i battenti come invece purtroppo è successo a molte case editrici esoteriche, si possono tranquillamente ordinare in libreria o in un qualsiasi negozio di libri. Alcuni dei miei io li ho proprio presi in libreria! In uno massimo due giorni sono arrivati dal deposito e io ho avuto modo di iniziare le mie belle e magiche letture 😀 Potete trovare il vostro libro esoterico anche su vari siti online. Il mio preferito è ”Il Giardino dei Libri” dove spesso quelli esoterici vengono anche scontati e dove ogni tot si può avere la fortuna di trovare delle vantaggiosissime offerte Questo è un sito davvero molto valido da tenere sempre in considerazione poiché ha una vastissima sezione dedicata proprio all’esoterismo, religioni e spiritualità!

IL LIBRO CHE CERCO COSTA TROPPO:
Ebay, Kijiji e Amazon sono siti ottimi dove si possono trovare libri (lasciando stare quelli introvabili) che sono stati usati e che vengono venduti a un prezzo relativamente basso. Basta solo fare varie ricerche per trovare il nostro libro con un prezzo che possa rientrare nel nostro budget! Certo, magari non riuscirete a trovarlo a colpo d’occhio e ci vorrà qualche giorno per trovare l’offerta migliore ma questo non significa che non ce la farete. Ci vuole pratica, in ogni cosa; anche nelle ricerche sui siti di negozi online che sembra facile ma non lo è (ma non vi scoraggiate ❤ )!
La maggior parte delle volte se leggete scritto ”condizioni: buone” significa che sono praticamente libri immacolati. Ne ho presi molti di seconda mano, tutti da questi siti e hanno davvero pochissimi scritte (quasi sempre a matita che si può dunque cancellare) sulle varie pagine e pochissimi segni di possibili ”orecchioni” sulla carta o di penna (quasi mai)! Si fa quel che si può e vi posso assicurare che dovete essere davverooooo moltooooo sfortunati per trovare un libro di seconda mano tenuto veramente male! Quindi se lo trovate a un buon prezzo anche se è stato già usato in precedenza prendetelo comunque!

IL LIBRO LO VOGLIO SOLO IN PDF
Questi nuovissimi formati virtuali possono davvero essere utilissimi perchè gratis (non sempre come sappiamo) e danno molta soddisfazione leggerli su un Kindle ma dovete ricordare che questo ”apprendistato” del vostro Percorso Spirituale è come quasi la stessa cosa di studiare sui banchi di scuola. Spesso apprendiamo concetti che non ci sono stati spiegati da nessuno nella nostra famiglia e siamo noi stessi in prima persona che dobbiamo capirli e approfondirli da soli quindi il mio consiglio è: o ve li stampate (I centri dove vengono sviluppate le foto digitali fanno fotocopie. Ogni pagina costa tipo 5 centesimi o giù di lì) oppure li cercate in cartaceo per studiarli nel vero senso della parola. Per studiarli intendo proprio farli vostri: sottolinearli, segnarli con post-it, scriverci appunti e chi più ne ha più ne metta! Impregnateli della vostra essenza! Su un Kindle o un qualsiasi dispositivo ideato per la lettura, questo di certo non si può fare 😉 Io trovo molta più soddisfazione nell’acquistare un libro cartaceo, scriverci, sottolinearlo, spendere di più che leggerne uno gratuito che puoi appunto semplicemente leggere, e basta!

HO UN PDF MA IL MIO KINDLE NON LO LEGGE
Invece di lamentarvi per questo cercate di trasformare il vostro file col programma ”Calibre”. Se anche in questo caso il vostro dispositivo non riesce a leggere il file trasformato in un altro formato (spesso alcuni pdf sono libri scannerizzati) raccogliete un po’ di pazienza e leggeteli sul computer! E’ ovvio che la vista non trarrà di certo molti benefici perchè l’illuminazione dello schermo stanca gli occhi ma non è mai morto nessuno per aver letto qualche pdf sul computer. La buona volontà si vede anche da questo: invece di leggere dieci capitoli al giorno leggete solo dieci pagine e vi posso assicurare che già quelle dieci pagine fanno, e molto anche!

IL LIBRO CHE CONTIENE QUELLO CHE CERCO ESISTE SOLO IN INGLESE
Se avete le basi inglesi di grammatica state pur certi che sarete benissimo in grado di leggere un intero libro in inglese. E’ ovvio che esisteranno libri di testo più difficili come lessico utilizzato, in questo caso per iniziare dirigetevi su quelli semplici come quelli di Scott Cunningham che come sappiamo utilizza un linguaggio semplice, pragmatico, schematizzato e fluido. Armatevi di vocabolario (o anche il Google Translater. Per i soli termini va benissimo anche quello), fate un respiro profondo e cominciate la vostra lettura 🙂 Armatevi anche di matita e scrivete la traduzione dei termini che non sapete, la lettura diventerà molto più facile in questo modo! Ci sono persone che preferiscono addirittura le sole letture di libri in lingua originale perchè a volte le traduzioni fanno perdere il vero significato di una frase. Ci sono persone che per questo motivo, pur sapendo pochissimo di inglese, si sono lanciati ugualmente e hanno iniziato a leggere. Magari con non poche difficoltà ma l’hanno fatto e questo è davvero da apprezzare e da lodare!

– IL LIBRO CHE CERCO NON LO TROVO DA NESSUNA PARTE/COSTA TROPPO
E’ veramente raro che sui vari siti di negozi online un libro non si riesca a trovare. Ci sono anche link dove la copertina del libro non è disponibile. Spesso questo è un elemento da non prendere in considerazione perchè invece sono comunque link di venditori validi (in questi casi guardate sempre prima i feedback del venditore per sicurezza)! Se il libro è un libro antico, ormai ”raro” e che ha un costo che voi al momento non potete permettervi, cominciate a risparmiare! Oppure chiedete alla vostra famiglia o ai vostri amici di regalarvelo per il compleanno o per Natale. In questo modo il regalo ve lo scegliete da voi e le persone vanno sul sicuro su cosa potreste desiderare. Non c’è niente di male nel richiedere un regalo. Magari cominciate a parlarne prima della data di quando dovreste riceverlo così già vengono informati prima e non all’ultimo momento soprattutto se si tratta di libri che vengono dall’estero!
Se proprio proprio proprio non lo riuscite a trovare fate ricerche sul web magari anche in altre lingue e cercate di crearvi un opuscolo tutto vostro con le informazioni che avete trovato e lo aggiungete al vostro BOS!

QUESTO LIBRO HA TROPPE PAGINE. NON LO LEGGO.
Su questo punto si vede subito la superficialità di quella persona che si sta approcciando al Cammino e del poco rispetto che ha per esso e di tutto ciò che Lo concerne. In questo caso fatevi un bell’esame di coscienza e poi magari tornerete a leggere questo articolo, non prima. Si vede che non siete ancora pronti. Non ve la prendete e invece siate umili e cercate di capire che per intraprendere la Strada della Vecchia Religione c’è bisogno di maturità, serietà, devozione e rispetto!

Ricapitolando:
Se qualcuno possiede il libro che state cercando potete farvelo prestare e potete farvelo fotocopiare. Come ho detto prima ormai molti fotografi, se non praticamente tutti, hanno una fotocopiatrice nel loro negozio (anzi di solito 2: una bianco e nero e una a colori) quindi come vedete il modo per leggere e per capire come entrare in questo magico mondo lo si può trovare sempre e comunque! Dipende però molto dalla vostra volontà e soprattutto da ciò che sentite dentro di voi perchè alla fine tutto si riduce a questo: al Sentire! I libri ci aiutano, non saranno essenziali al 100% perchè anche la pratica nella stregoneria è importantissima (se non addirittura più della teoria stessa) ma è sempre bene averli nella nostra ”libreria stregata” come viene chiamata 🙂
Quindi armatevi di pazienza: se non avete i soldini necessari cominciate a risparmiare, se non li avrete proprio mai chiedete il libro che desiderate come regalo, se l’ha un vostro amico fatevelo prestare! Se si è veramente interessati si può fare e/o trovare tutto quello che cercate, non vi preoccupate anche, come ho già spiegato, sotto forma di ricerche 🙂
Spero che questo articolo possa aiutare soprattutto quelle persone un po’ spaesate al momento per aver intrapreso la Via da molto poco tempo e non sanno ancora bene come muoversi nel mondo pagano/neopagano online! Spero davvero vi sia d’aiuto!
– Venus

L’ARTE DELLA STREGA

Autore: Dorothy Morrison

Tralasciando il fatto che non mi sono trovata affatto d’accordo con degli ”esercizi” da fare con alcuni strumenti in particolare con l’Athame (esercizi che sono stati copiati sul web senza nemmeno scrivere la fonte facendoli passare per propri da chissà chi) che SECONDO ME non sono dei semplici esercizi ma veri e propri incantesimi non propriamente adatti ai neofiti…….devo dire che è un libro bellissimo e soprattutto molto utile!
Faccio un’altra premessa: sono contenta di averlo letto dopo che ho avuto l’opportunità di ritualizzare e di iniziare a percorrere il mio Cammino e non prima perchè per come è impostato sembra che molti temi vengano dati per scontato tralasciando alcune note importanti.
Se lo dovessi mettere a confronto con ”Wicca” di Scott Cunnigham, per un neofita consiglierei sempre e solo ”Wicca” per iniziare perchè quello che ne ”L’arte della strega” viene sottinteso o dato per scontato in ”Wicca” invece viene spiegato abbondantemente e con più calma.
Se l’avessi letto come primissimo libro mi sarei confusa le idee ma io sono io xDD
Ad ogni modo il libro si compone di 4 parti.
Nella prima l’autrice parla della Wicca e la cosa che mi è saltata subito agli occhi è il fatto che fa un’importante distinzione tra la Wicca che molte persone vedono, sbagliando, semplicemente come magia e la Wicca intesa come religione. Religione da rispettare attraverso dei comportamenti etici e morali decorosi per noi stessi e per l’Universo!
In questa parte si parla degli Dei, degli Elementi, delle invocazioni, di come crearle da sé, il lavoro da fare per comprendere i venti, i giorni della settimana, si parla dei simboli, degli alberi, dei fiori, dei colori ecc
La parte seconda tratta degli strumenti che la strega deve utilizzare, come procurarseli, come consacrarli e purificarli, ogni strumento avrà alcuni esercizi allegati per prenderci confidenza ma io personalmente come ho già detto, li prendo con le pinze.
La parte terza parla della Magia e dell’importanza della Creazione del Cerchio mentre l’ultima parte, la quarta, parla degli Esbat e dei Sabba.
Alla fine del libro ci sono anche delle appendici da consultare al momento del bisogno molto utili anche se non dobbiamo dimenticare mai di non prendere le parole dei libri come oro colato: ascoltiamo anche noi stessi e cosa ci dice la nostra mente 😉 Tuttavia, nonostante IO abbia trovato qualche ”stonatura”, lo considero comunque un ottimissimo libro da tenere sempre presente nella nostra Libreria Stregata anche perchè, soprattutto nella sezione Esbat/Sabba ci sono tanti suggerimenti per celebrarli 🙂
Insomma è un bellissimo libro completo di tutto *-* ! Ma se lo leggete per secondo o per terzo sarebbe meglio soprattutto se siete neofiti! Consiglio sempre di iniziare con ”Wicca” di Cunningham per primo!
Bellissima la parte, poco prima della fine, con tutti i comportamenti che una brava strega dovrebbe rispettare e spesso alcuni, di fondamentale importanza, ce li scordiamo!
Quindi prendere questo libro come un buon esempio da seguire a livello etico per noi stessi e per le persone che conosciamo e che fanno parte della nostra vita!
-Venus

1

WICCA

Autore: Scott Cunningham

Questo per me è stato il primo libro che parla della Wicca. L’ho letteralmente amato.
Ci sono molti esercizi da fare per quanto riguarda la visualizzazione dell’energia, spiega proprio le origini della Wicca e parla sia della Wicca intesa come religione, sia intesa dal punto di vista magico.
C’è un vocabolario alla fine dove vengono elencati tutti i termini wiccan e un suo personale Libro delle Ombre con vari incantesimi da cui poter prendere spunto.
Lo consiglio vivamente a chi come me sta iniziando a intraprendere questo magico cammino!
La particolarità di questo scrittore, che io amo, sta nel fatto che scrive in maniera semplice ed essenziale.
In questo modo i messaggi che vuole lanciare sono immediati cosicché ciò che scrive potrà rimanere più impresso nella mente del lettore.
Il suo modo di scrivere potrei definirlo ”pragmatico” e soprattutto schematico.
Adattissimo per iniziare lo studio della Wicca. Consiglio di leggerlo proprio come primo, quello in cima alla lista perchè è un libro davvero molto basilare ma spiegato veramente bene che pone un importante accento sugli Dei e sulla spiritualità, oltre che ai vari esercizi di visualizzazione, meditazione e tanto altro.

Altri suoi libri che ho letto, che posseggo e che vi consiglio di acquistare sono:
– L’Enciclopedia delle Piante Magiche
– L’Enciclopedia delle Pietre Magiche
– La Casa Magica
– La Magia degli Elementi

1