LANCIA UNA MONETINA QUANDO LA LUNA E’ PIENA ED ESPRIMI UN DESIDERIO

Questo è un piccolo incantesimo che utilizza le energie lunari per ogni scopo che desiderate prefissarvi oppure potete utilizzarlo per aiutare a portare qualcosa di inaspettato nella vostra vita!

Quello di cui avete bisogno sarà:
– una ciotola di vetro trasparente (anche un bicchiere)
– una monetina (è simbolico, va bene una anche da 0,05€ )
– acqua
-una campanellina o campanellino (per richiamare l’energia)
– Una candela argentata oppure bianca

Se avete la possibilità fate questo piccolo incantesimo in un luogo dove potete osservare la Luna in maniera diretta, anche davanti una finestra. Riempite la vostra ciotola di vetro trasparente con l’acqua e accendete la candela proprio vicino al vostro materiale. Meditate sulla luce della candela e sulla luce della luna per qualche minuto. Quando vi sentite pronti, gettate la monetina all’interno della ciotola riempita d’acqua. Aspettate che l’acqua si sia ‘’calmata’’del tutto dopo il lancio della moneta. Osservate intensamente la monetina dentro l’acqua e suonate la campanellina per 3 volte. A questo punto, ad alta voce, pronunciate il vostro desiderio o in alternativa pensatelo intensamente facendo un po’ di visualizzazione per vari minuti, chiedendo alla Luna che possa portarvi la Fortuna che volete attraverso questo incantesimo. A questo punto il rituale è terminato: portate tutto in un posto sicuro (preferibilmente all’esterno della vostra casa) e lasciate la monetina all’interno della ciotola fino al prossimo Plenilunio oppure fino a quando il vostro desiderio non si è avverato. La candela fatela bruciare fino alla fine e sotterrate (o se non è fatta di cera biodegradabile) o gettate i resti. La monetina potete o conservarla o sotterrarla, ormai ha compiuto il suo scopo!

IMPORTANTE: Per qualsiasi incantesimo voi operiate, anche se è il più innocuo del mondo, tenete sempre in considerazione l’Etica e Morale della Magia di cui parlo un po’ qui  (articolo scritto in chiave molto Wiccan ma con cui, pur essendomi allontanata da questo Percorso, mi trovo sempre d’accordo!) e di comportarvi di conseguenza!
Fonte foto: Stock Photo

ATTENZIONE: La mia pagina collabora di tanto in tanto attraverso le MIE (di ‘’Se fossi una Strega’’) traduzioni in italiano con quella originale Lady Willow BOS quindi E’ VIETATO PRENDERE QUESTO ARTICOLO SENZA I PERMESSI DELLE AUTRICE E DELLA TRADUTTRICE.

 

Annunci

INCENSO HANDMADE – Ricetta 2

Tra poco ci sarà la Luna Piena di Agosto, chiamata Luna del Grano. Pochi giorni fa, (se avete letto l’articolo sullo spray per capelli) ho acquistato in erboristeria questo the ai frutti di bosco + 2 oli essenziali. Uno di Ylang Ylang e l’altro di Patchouli.
Ebbene ho scoperto che il Patchouli rientra nelle corrispondenze di questa Luna che si avvicina sempre di più e poiché ho vari motivi per onorarla, ho deciso di creare un incenso apposta per Lei seguendo una piccola ricetta che ho trovato nel fantastico libro ”L’arte della strega” di Dorothy Morrison che è davvero molto semplice con pochissimi ingredienti!
Tuttavia avrei dovuto fare un solo cono di incenso SOLO per questa luna e sicuramente le dosi sarebbero state o poche o addirittura troppe e io non ho ottocento carboncini da usare anche perchè vivendo in casa con i miei non faccio sempre uso di incenso.
Quindi usare per poi buttare una quantità eccessiva di materiali mi sarebbe dispiaciuto 😦 perciò ho voluto creare un incenso con tre funzioni, a seconda delle erbe che sono state inserite.
La ricetta di Dorothy Morrison prevede la presenza di: fiori di lavanda, rosmarino e anice.
Ma siccome tutte e tre sono piante protettive ho deciso di creare questo incenso proprio per la protezione, in primis!
Poi ho aggiunto un po’ di ruta per la buona salute e qualche goccia di olio essenziale di Patchouli per onorare la Luna del Grano!
Tuttavia è diversa dalla prima ricetta che ho inserito: alcuni di voi mi hanno consigliato di mettere il miele come collante e ho seguito il vostro consiglio documentandomi e provandolo dunque GRAZIE ^_^ ❤
E ora…via con la ricetta!

INGREDIENTI: (Non esagerate con le dosi. Mettete di tutto un po’ ma non in quantità eccessive)

– rosmarino
– ruta
– qualche pezzetto di un anice stellato
– fiori di lavanda
– miele
– qualche granello di mirra
– carboncino
– un cucchiaino
– un bicchiere con 6 -8 cucchiaini di acqua
– una ciotola
– un piattino
– pestello e mortaio
– olio essenziale di Patchouli (al 100% puro, lo trovate in erboristeria)

*

COSA HO FATTO:

– Nel mortaio ho messo 3 cucchiaini di rosmarino, 1 cucchiaino di ruta, 1 cucchiaino di fiori di lavanda (RASI dunque non in quantità eccessive) e i pezzetti dell’anice stellato. Sembra duro in realtà è molto friabile. Ho iniziato a sgretolare le erbe fino a quando non si sono proprio polverizzate. Quando sono tutte polverizzate inserite questa polvere nella vostra ciotola. (figura 1 e 2)

– Riprendete il mortaio ormai vuoto e riducete in polvere i granelli di mirra. Quando anche la mirra è tutta polverizzata trasferitela nel piattino. (figura 3)
Aggiungete 1 cucchiaino di miele alla mirra e con questo aiutatevi per creare una pappetta (figura 4)

Adesso amalgamate con qualche cucchiaino d’acqua il composto delle erbe polverizzate. Piano piano, a poco a poco. Ricordate che NON deve essere acquoso. Anche questo deve venire come una pappetta. (figura 5)

– A questo punto mettete insieme i due diversi composti che avete ottenuto e amalgamate ancora fin quando tutti gli ingredienti non sono ben amalgamati tra loro! A questo punto aggiungete 2-3 gocce di olio essenziale di Patchouli e con un po’ di manualità create i vostri coni di incenso! (figura 6)
Lasciateli asciugare per un giorno e due e poi posizionateli sul vostro carboncino (attenti a non bruciarvi!!!). Devono essere perfettamente asciutti!!! Il profumo è deciso, denso e……… campestre 🙂

Spero che questa seconda ricetta con la presenza del miele vi sia piaciuta. Mi sembra una maniera carina per celebrare questa Luna Piena e per mandare messaggi di protezione alle persone 🙂
Ringrazio la mia amica della pagina- erboristeria Facebook ”Origine Natura” per la ruta e i fiori di lavanda che ho utilizzato in questa ricetta. Ringrazio la pagina ”*La Casa della Strega*” e la sua utile ricetta che è stata la prima che ho seguito. Ringrazio Skayler per l’idea di miscelare il miele e la mirra a parte (fonti: ”Corso di Incensi Parte 5” su YouTube)

– Venus

rosmarino