IL RUOLO DELLE DONNE NELLE ANTICHE HAWAII: IMPURE & SACERDOTESSE

Eccomi di nuovo qui con un altro articolo. Purtroppo è molto breve perché le informazioni, per quanto riguarda l’Antichità sono veramente scarne ma sono comunque felice di aver fatto questa scoperta (attraverso un libro rigorosamente in inglese che sto amando ‘’Kingship & Sacrifice’’ di Valerio Valeri) e ci tenevo a parlarne con voi 🙂

Come abbiamo avuto modo di appurare più e più volte, la società Hawaiiana (Antica) era a stampo  patriarcale che a sua volta era divisa per rango composto dai reali ali’i e i popolani.
Le donne avevano pochissimi diritti.
Se la società era suddivisa per ranghi questa suddivisione veniva ampliata anche per quanto riguardava i  costumi e le abitudini alimentari che venivano viste come dei veri e propri rituali.
Spettava agli uomini andare alla ricerca di quasi tutto il cibo anche perchè gli ali’i si cibavano soltanto di cibo consacrato nei templi. Questo cibo consacrato poteva essere consacrato e toccato solamente dagli uomini perché la donna appunto, era vista come una creatura impura.
Uomini e donne (del popolo) mangiavano e dormivano separati.
La maggior parte del cibo che veniva mangiato dagli uomini non poteva essere mangiato allo stesso modo dalle donne.
I cibi considerati kapu cioè tabù per le donne erano la Banana, la Noce di Cocco, varie e svariate tipologie di pesce, la carne di Balena, la carne di Cane, di Razza e di Manta, di Delfino, di Tartaruga e di Squalo.
Molti di questi cibi e soprattutto molti di questi animali dai quali si produceva della carne erano considerati sacri, le donne invece impure e questo è il motivo per il quale non potevano far parte della loro dieta.
Non potevano cucinare se non, qualche volta, delle patate dolci ma soltanto in delle zone limitrofe di alcune isole, non dove viveva la comunità e se gli ali’i mangiavano cibo consacrato (dagli uomini) nei templi sacri, le donne mangiavano al contrario cibo sconsacrato.
La Banana era considerata sacra perché rappresentava il fallo maschile degli Dei, le Noci di Cocco allo stesso modo rappresentavano i testicoli degli Dei dunque entrambi i frutti avevano delle connotazioni maschili, pure e dunque positive.
Le donne invece erano considerate impure, dunque negative per questo non avevano il diritto di mangiarli.
Soffermiamoci un attimo su questa ‘’negatività’’ che risiedeva nelle donne per gli uomini hawaiiani del Tempo.
La prima cosa che rendeva una donna incredibilmente impura era il sangue mestruale.
Forse non tutti lo sanno ma la parola ‘’tabù’’ (taboo in inglese) proviene dalla parola polinesiana ‘’tapua’’ che significa proprio ‘’mestruazione’’.
Addirittura, nelle Antiche Hawaii, le giovani ragazze che andavano in spose venivano deflorate non dal marito ma dalla propria nonna per far evitare al marito di entrare in contatto con il sangue dell’imene al primo rapporto sessuale.
Tuttavia anche se il ruolo e la figura della donna aveva una valenza così negativa, ad ogni modo serviva per la procreazione dunque era comunque importante per la società in generale.
Se l’uomo andava a pesca, a caccia, procurava il cibo, andava in guerra ecc alla donna era permesso di dedicarsi alla creazione di ornamenti come collane, ghirlande ecc, alla creazione di capi d’abbigliamento, alla danza e a tutte quelle attività che promuovevano l’erotismo e la seduzione, campi dove gli uomini non ci si dedicavano.
Bisogna dire che, anche se le donne erano viste sotto questa chiave di impurità e negatività, c’era un solo campo riguardo le pratiche spirituali e ritualistiche dove, a volte, era concesso loro di accedervi ed era il campo della Stregoneria.
Infatti le donne avevano il privilegio di venerare le Dee femminili come Pele o Haumea e di chiedere il loro aiuto, di pregarle e di onorarle.
Per quanto riguarda la Dea Pele e le altre Dee della sua famiglia, molto spesso la loro venerazione era stabilita da delle vere e proprie Sacerdotesse.

Queste venivano chiamate kahula che letteralmente significa ‘’profetesse’’ o altre volte haka cioè ‘’medium/veggenti’’.
Il loro era un ruolo di mediazione tra la divinità e la sua forma femminile personificata proprio dalla sacerdotessa che veniva posseduta dalla divinità con cui aveva stabilito un contatto. Un po’ come la nostra Sibilla Cumana o l’Oracolo di Delfi.
Queste sacerdotesse, sembra avessero largo seguito e molta importanza soprattutto nell’isola di Ni’ihau.
Esse potevano consacrare i sacrifici (ATTENZIONE: Nella Tradizione Hawaiiana Antica TUTTI i rituali venivano chiamati ‘’sacrifici’’, anche il solo passare la coppa di awa, la bevanda degli Dei, di mano in mano prima di andare in battaglia veniva chiamato così. Non per forza doveva esserci il sangue per far sì che un normale rituale si chiamasse sacrificio!).
Due di loro sono state molto importanti. La prima si chiamava Waratoi e si dice che facesse giornalmente dei rituali religiosi quotidiani utilizzando una gestualità tutta particolare.
La seconda, vissuta nel 1600 si chiamava Keakealaniwahine (bis-bis nonna di Kamehameha I)e lei fu una delle pochissime sacerdotesse hawaiiane, insieme a sua madre anche lei Sacerdotessa, ad avere il diritto di entrare nei templi sacri e di assistere alle cerimonie religiose. Tuttavia anche se aveva questo permesso e privilegio, non poteva comunque mangiare il cibo posto sull’altare né tantomeno toccarlo.
Le Sacerdotesse molto spesso erano donne che stavano vivendo il periodo ‘’post-menopausa’’ probabilmente proprio perché durante l’età fertile, paradossalmente per noi occidentali, mestruavano ancora e come abbiamo detto il sangue mestruale era considerato la cosa più impura che potesse esserci.
Inoltre non dovevano essere sposate e molto spesso erano le figlie di Alti Sacerdoti dove quest’ultimi le utilizzavano nei rituali riguardanti la divinazione.
Articoletto breve ma spero che possa comunque essere interessante per qualcuno 🙂
– la vostra Venus

 

Fonte delle foto: Hawaii Luau – Pinterest

E’ SEVERAMENTE VIETATO COPIARE QUESTO ARTICOLO O PARTI DI ESSO SENZA AVER CHIESTO IL PERMESSO ALL’AUTRICE

Annunci

2 thoughts on “IL RUOLO DELLE DONNE NELLE ANTICHE HAWAII: IMPURE & SACERDOTESSE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...